Content Banner  

 

Perché votare Beppe Sala, Carmine Pacente. Michele Petrocelli e Marta Charlotte Ferradini alle Elezioni comunali di Milano del 5 giugno 2016 (1)?

 

 

 

La domanda posta nel titolo di questo intervento non è stupida o retorica o superflua.
Molti cittadini e molte cittadine milanesi, specie abituate a votare partiti di centrodestra hanno diverse riserve sull’ipotesi di votare Beppe Sala come Sindaco di Milano.
E alcune riserve sono venute anche a cittadini adusi a riconoscersi nell’area di centrosinistra, per svariate ragioni.
Iniziamo, con questo contributo, a cercare di chiarire quale sia l’enorme valore aggiunto che l’azione del metapartitico Movimento Roosevelt e di DRP potrà dare al futuro governo di Milano e al benessere dei suoi cittadini, quali che siano le loro simpatie politiche tradizionali.

 
Un valore aggiunto che sarà possibile implementare, però, solo a condizione che, appunto, Beppe Sala divenga Sindaco; che Carmine Pacente riceva un diluvio di preferenze e ottenga la costituzione di un Assessorato, da lui diretto, volto ad una sapiente utilizzazione dei fondi europei per lo sviluppo; che Michele Petrocelli e Marta Charlotte Ferradini siano accolti trionfalmente (votati anche loro con tante preferenze) come Consiglieri e Assessori dell’importante Municipio 2 di Milano.

Per cominciare a rispondere alla domanda posta nel titolo di questo articolo, rinviamo all’ascolto di

Massoneria On Air. Puntata del 23.05.2016 (clicca per ascoltare).

 

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE (www.democraziaradicalpopolare.it)

[ Articolo del 28 maggio 2016 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it