Content Banner  

 

Perché il Segretario Generale del MR Francesco Maria Toscano, nella sua analisi politica del 22 giugno, non ha dato riscontri sulla brillante iniziativa rooseveltiana prospettata per il 4 luglio 2015 da Sergio Di Cori Modigliani e dall’Ufficio di Presidenza MR, preoccupandosi solo delle sue mire poltroniere a Gioia Tauro?

 

 

 

 

Come DRP, cioè come Movimento politico d’opinione fluido che ha dato un suo fattivo contributo alla istituzione del Movimento Roosevelt (entità politica metapartitica solida e in via di robusta strutturazione), siamo rimasti davvero sconcertati dalla pochezza, dall’inconsistenza, dall’ambiguità e dalle clamorose reticenze di quella che l’attuale Segretario Generale del Movimento Roosevelt, Francesco Maria Toscano, ha pomposamente definito “analisi politica”…
Ci riferiamo al testo

“Analisi politica del Segretario Generale”, articolo pubblicato il 22 giugno 2015 sul sito MR (clicca per leggere).

Lasciamo all’Ufficio di Presidenza MR di commentare in modo puntuale le tante, troppe cose che palesemente appaiono stonate in questo recente comunicato del Segretario Generale MR, e in questa sede ci limitiamo semplicemente a porre due domande, rivolte alla comunità rooseveltiana e all’opinione pubblica in genere.

 

  1. Ma davvero (o è un brutto sogno da cui ci risveglieremo presto) Francesco Maria Toscano, con questo bizantino e involuto giro di parole retoriche che malcelano una sostanza a dir poco meschina e miserevole:

 

“Trovo poco pregevole l’utilizzo di una retorica obliqua volta a far intravedere all’esterno uno scenario che si intende accreditare nel mentre di negarlo. Come che sia, ritengo auspicabile e possibile che il nuovo sindaco di Gioia Tauro pensi di predisporre una specifica delega per la realizzazione di quel “New Deal” che limpidamente abbiamo offerto ai gioiesi. Nel qual caso l’accettazione da parte del Segretario Generale di una simile responsabilità andrebbe semmai vissuta come gesto posto a garanzia del Movimento stesso, e non come coronamento delle ambizioni “poltroniste” o “remunerativiste” di nessuno

 

ha voluto preannunciare la sua intenzione di farsi dare una poltrona da Giuseppe Pedà all’interno della sua Giunta, e non come consulente “esterno” in grado di monitorare quello che accade all’ “interno” della stessa amministrazione gioiese?

Infatti, come può il “controllore” (della eventuale, autentica traiettoria rooseveltiana della Giunta Pedà, al di là dei programmi e delle retoriche elettorali) mettersi nella condizione di essere anche, contemporaneamente, “controllato”, in qualità di Vicesindaco o Assessore con delega alla realizzazione del programma e/o a qualsivoglia altra cosa analoga?

A questo riguardo, comunque, lasciamo all’Ufficio di Presidenza MR, con un intervento chiarificatore che auspichiamo tempestivo (sin dalle prossime ore) di spiegare come sia parimenti irricevibile, insincero e manipolatorio il senso contenuto in queste altre affermazioni di Toscano:

 

“Anche perché, sia detto per inciso, la legge non prevede la corresponsione di alcun trattamento economico in capo a simili figure. Si tratterebbe perciò solo di assumere i rischi che la pratica gestione di vicende riguardanti l’amministrazione di una realtà complessa e difficile come quella di Gioia Tauro comporta, senza riceverne in cambio alcunché in termini di agi o presunti privilegi. Qualsiasi altra ipotesi immaginata con il fine di stimolare la progressiva realizzazione di una piattaforma programmatica in linea con le nostre linee guida risulterebbe invece, per una serie di ragioni evidenti, oggettive ed insuperabili, palesemente inopportuna sul piano mediatico, impraticabile sul piano burocratico nonché irricevibile sul piano più strettamente politico-partitico.

 

Ma davvero Toscano vuole prendere tutti per il naso?
Speriamo che l’Ufficio di Presidenza MR faccia presente al sempre più surreale Segretario Generale, che bisogna diffidare proprio di qualunque incarico pubblico che non comporti la corresponsione di indennità o compensi palesi, limpidi e alla luce del sole. Quando si riceve una poltrona di prestigio in amministrazioni pubbliche, se non vi sono indennità e compensi palesi, la legittima suspicione dell’opinione dei cittadini è che quell’incarico possa essere un viatico strumentale di compensi e indennità occulte da parte di ambienti defilati e interessi privati che abbiano mille ragioni di blandire e supportare il tale o tal altro Vicesindaco o Assessore, apparentemente non retribuito.
Auspichiamo anche che l’Ufficio di Presidenza MR spieghi a Toscano, al neoeletto Sindaco di Gioia Tauro Giuseppe Pedà, alla comunità rooseveltiana e alla pubblica opinione (sia gioiese che generale), che quello che nell’articolo 2 dello Statuto del MR (approvato e mai contestato tanto dal socio fondatore Francesco Maria Toscano che dal socio fondatore Giuseppe Pedà) si configura come

 

“un Comitato di consulenza politico-culturale che monitori costantemente e coadiuvi concretamente l’attuazione di un programma “rooseveltiano” sul territorio amministrato. Tale Comitato di consulenza politico-culturale sarà composto di almeno due (e massimo quattro) alti dirigenti rooseveltiani, preferibilmente il Segretario Generale e il Presidente del MR, o persone da costoro designate. A tale Comitato spetterà di confermare o meno, nel tempo, l’ispirazione “rooseveltiana” di una data amministrazione, informando l’opinione pubblica del perdurare o del venir meno di questa ispirazione, nel secondo caso togliendo ogni sostegno del MR ad amministratori che ne abbiano tradito i principi e le finalità, ingannando cosi anche i propri elettori.”,

 

dal punto di vista burocratico potrà essere inquadrato e tradotto pacificamente, limpidamente e legalmente nel conferimento di una consulenza politico-culturale a minimo due (non una persona sola, che se la canti e se la suoni…come forse ambirebbe fare Toscano…), massimo quattro persone, in vista della puntuale realizzazione del Manifesto programmatico “New Deal per Gioia Tauro”, sottoscritto solennemente davanti al corpo elettorale, ai cittadini gioiesi tutti e alla pubblica opinione calabrese, nazionale e internazionale.
Consulenze politico-culturali a due/quattro persone (come sottoscritto solennemente da Pedà e Toscano anche in quanto soci fondatori del MR) che, al contrario di ciò che sostiene lo stesso Toscano, appaiono anche (per la loro limpidezza) molto opportune sul piano mediatico e ricevibilissime su quello politico-partitico.
Consulenze politico-culturali degnamente e limpidamente retribuite (in forma di indennità o in altro modo previsto dalla legge) tanto legali e legittime sul piano burocratico, opportune sul piano mediatico e ricevibilissime su quello politico-partitico, che proprio Francesco Maria Toscano, negli ultimi anni e tuttora, è stato ed è retribuito dalla Presidenza della Provincia di Reggio Calabria con un incarico sostanziale di consulente politico-culturale del Presidente, configurato formalmente in termini adeguati, nel rispetto di ogni normativa burocratica e legale.

Domanda n.2) Perché il Segretario Generale del MR Francesco Maria Toscano, nella sua analisi politica del 22 giugno, non ha dato riscontri sulla brillante iniziativa rooseveltiana prospettata per il 4 luglio 2015 da Sergio Di Cori Modigliani e dall’Ufficio di Presidenza MR, preoccupandosi solo delle sue mire poltroniere a Gioia Tauro?

Perché, pur pubblicando il suo pessimo e insincero testo

“Analisi politica del Segretario Generale”, articolo pubblicato il 22 giugno 2015 sul sito MR (clicca per leggere),

alle ore 17:05 del 22 giugno 2015, non si è minimamente preoccupato di esprimere la sua disponibilità (è alla Segreteria Generale MR che spetta l’organizzazione pratica e formale di eventi politici MR, al netto del supporto extra-ordinario dell’Ufficio di Presidenza e/o di singoli soci fondatori o ordinari) almeno a valutare e a prendere in considerazione l’organizzazione dell’evento preconizzato e suggerito in

Sabato 4 luglio 2015: un formidabile evento politico a Roma che sarà un’occasione per la Segreteria Generale del Movimento Roosevelt di interpretare un ruolo nazionale e internazionale e non solo localistico, articolo pubblicato il 20 giugno 2015 sul sito MR (clicca per leggere)

Editoriale di Sergio Di Cori Modigliani del 22 giugno 2014, articolo pubblicato sul sito MR (clicca per leggere),

interventi pubblicati ben prima del suo delle ore 17:05?

Ci auguriamo che l’attuale Segretario Generale del Movimento Roosevelt, Francesco Maria Toscano, nelle prossime ore e nei prossimi giorni, sappia dare concreto riscontro a queste e a molte altre domande e questioni che gli saranno poste in termini formali dall’Ufficio di Presidenza (compresa la vergognosa situazione della tuttora mancata decisione in merito ai compensi “di favore”- nel senso di configurati e offerti al MR a prezzi stracciati, ben al di sotto di normali standard professionali - per il lavoro straordinario e continuativo di Krum De Nicola) e in termini vari da parte della comunità rooseveltiana.

Inoltre, proprio con riferimento al progettato evento rooseveltiano del 4 luglio 2015 (che, abbiamo saputo, potrà avere connotati ben più esplosivi e clamorosi di quelli pur significativi prospettati in Editoriale di Sergio Di Cori Modigliani del 22 giugno 2014, articolo pubblicato sul sito MR, con la realizzazione di un sit-in e un comizio a Roma che veda le bandiere metapartitiche rooseveltiane sventolare orgogliose e combattive e preveda alcuni annunci e svolgimenti politicamente rivoluzionari…), ci auguriamo che la Segreteria Generale MR attuale, con la sua indolenza e indisponibilità complessiva a prendersi doverose responsabilità in servizio collettivo dell’intera comunità rooseveltiana  (e non solo di quella gioiese, sempre che anche a Gioia, alle chiacchiere pompose seguano fatti concreti…), non determini la circostanza di dover posticipare tale evento, per assenza di attivazione  tempestiva delle procedure burocratiche, diplomatiche (anche verso l’Ambasciata greca) e organizzative idonee a confezionare una simile manifestazione politica.

 

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE (www.democraziaradicalpopolare.it)

[ Articolo del 22-24 giugno 2015 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it