Content Banner  

 

PDP (Partito Democratico Progressista). Il primo principio guida: preminenza della politica sull’ economia. Se condividi, iscriviti all’Assemblea costituente

 

 

 

Invitando alla lettura/visione preliminare dei seguenti documenti, per avere un’idea un po’ più precisa del senso di questa necessaria e ambiziosa operazione politica che va sotto il nome di PDP, cioè PARTITO DEMOCRATICO PROGRESSISTA (www.partitodemocraticoprogressista.it):

http://www.libreidee.org/2017/05/il-partito-che-non-ce-quello-che-direbbe-tutta-la-verita/

https://www.youtube.com/watch?v=LMtCJDNvyCU

http://www.libreidee.org/2017/09/magaldi-smascheriamo-insieme-i-bari-della-politica-italiana/

http://www.libreidee.org/2017/10/nasce-il-pdp-rianimare-litalia-via-il-pareggio-di-bilancio/

 

presentiamo il primo principio guida tra i 21 che, se condivisi, dovrebbero indurre chi li apprezzi ad iscriversi all’Assemblea costituente di questo nascente soggetto partitico (per iscriversi si utilizzi il link in alto a destra nella Home Page del sito  www.partitodemocraticoprogressista.it), con il fine di rigenerare radicalmente il menu della scadentissima e deludente politica italiana attuale:

 

Preminenza della politica sull’economia.
Le politiche attuali:
La politica si piega alle teorie economiche neoliberiste ed é incapace di proporre nuove ricette economiche di stampo sociale e liberale.
La risposta populista:
Credenza che la politica debba necessariamente operare all’interno delle regole imposte dal neoliberismo e che le conquiste sociali del passato, come lo stato sociale, non siano più sostenibili.
La proposta del PDP:
Il PDP ritiene che la politica, e quindi gli interessi del popolo possano e debbano determinare alcune scelte fondamentali di natura economica. L’economia diventa quindi uno strumento di azione politica, nel rispetto del libero mercato.
Perché lo diciamo:
Negli ultimi anni la società civile si é abituata all'idea che la politica debba essere assoggettata alle regole economico-finanziarie che regolano mercati nazionali ed internazionali. Queste regole e misure economiche vengono oggi erroneamente considerate come assolute ed immodificabili. Così non é.
Partendo dalla consapevolezza che esistono diversi modelli e diverse teorie economiche, noi del PDP riteniamo che le scelte di politica economica debbano essere funzionali alla realizzazione del tipo di società auspicata. La politica, in virtù del progetto sociale che si vuole implementare, deve quindi decidere quali teorie e politiche economiche attuare per realizzare tale visione.
Il PDP punta a rilanciare l’economia tramite politiche economiche di carattere fortemente espansivo, traendo ispirazione dalla grande tradizione keynesiana, debitamente aggiornata alle esigenze e alle condizioni del XXI secolo.

 

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE (www.democraziaradicalpopolare.it)

( Articolo del 4-8 novembre 2017 )

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it