Content Banner  

 

Nino Galloni, Vicepresidente e Supervisore economico del Movimento Roosevelt (MR), propone la costituzione di una Agenzia di rating autonoma, indipendente, veritiera e senza conflitti di interesse

 

 

 

Da molto tempo, le consuete, maggiori agenzie di rating internazionali sono entrate nell’occhio del ciclone (soggette anche ad indagini della magistratura) in virtù di potenziali conflitti di interesse tra le loro stime del benessere di un sistema-paese, di una azienda o di una entità finanziaria e il profitto (inconfessabile) che i propri azionisti e dirigenti traggono dall’alzare o abbassare queste stime.
Quando parliamo di “profitto”, intendiamo profitto in senso economico-speculativo (perché azionisti e dirigenti di agenzie di rating detengono azioni anche di altre aziende che possono lucrare in base al rating assegnato dalle prime), ma anche eventi profittevoli in termini politico-mediatici e di potere per quei gruppi oligarchici che, delle agenzie di rating, sono gli apicali “danti causa”.
Approfondiremo meglio la questione con ulteriori interventi.
Intanto, rilanciamo una saggia e lungimirante proposta di Nino Galloni, Vicepresidente e Supervisore economico del metapartitico Movimento Roosevelt (www.movimentoroosevelt.com):

http://www.lanotiziagiornale.it/agenzia-italiana-di-rating-cosi-salta-il-ricatto-dello-spread-parla-economista-galloni

 

 

 

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE (www.democraziaradicalpopolare.it)

[ Articolo del 13 ottobre 2018 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it