Content Banner  

 

Magaldi: “gli iscritti al Partito che serve all’Italia si diano una svegliata, altrimenti io sospendo la mia partecipazione al Progetto PSAI”

 

 

 

Gioele Magaldi (Presidente del matapartitico Movimento Roosevelt, Gran Maestro del Grande Oriente Democratico e Sovrano Gran Commendatore e Patriarca del Rito Europeo Universale) si è dato fin qui molto da fare per favorire l’iscrizione di cittadine e cittadini italiani all’Assemblea Costituente del Partito che serve all’Italia (PSAI)
I risultati sono stati tutto sommato lusinghieri, specie considerando la generale disaffezione della popolazione italiana rispetto a vecchi e nuovi progetti politici.
Rispetto ai primi partecipanti ad una riunione organizzativa di dicembre 2018, il successivo 10 febbraio 2019 gli iscritti al PSAI risultavano significativamente aumentati.
Poi, contrariamente a quanto si disse durante la riunione al Teatro Petrolini di febbraio, si è potuto registrare uno scarso impegno- da parte dei cittadini già iscritti- nel cercare di coinvolgere propri familiari, amici, colleghi e conoscenti rispetto a questo nuovo soggetto politico-partitico.
Ecco perché, come rilanciato anche in

Partito che serve all’Italia: ci sono praterie sconfinate di consensi popolari in libera uscita da intercettare, ma gli iscritti devono darsi una svegliata e fare maggior proselitismo tra familiari, amici, colleghi e conoscenti. Intanto, appuntamento domani, 25 aprile 2019, alle ore 15, presso l’Istituto Sant’Orsola di Via Livorno 50/a

al termine della più recente puntata di “Gioele Magaldi racconta”  e cioè in

https://www.youtube.com/watch?v=JOQuVV8_NNI

Magaldi ha dichiarato che, se a partire dal 25 aprile in poi, non vi sarà una massa imponente di nuove iscrizioni (propiziate soprattutto dal ruolo di testimonial di altri “opinion-maker” ed “influencer” interni all’operazione, ma anche da semplici iscritti in grado di diffondere il verbo “psaista”), egli sospenderà il suo impegno in favore del Progetto.

Meditate gente, meditate.

 

 

 

 

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE (www.democraziaradicalpopolare.it)

[Articolo del 24 aprile 2019 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it