Content Banner  

 

L’Associazione Eleanor Roosevelt e un fecondo luglio-agosto 2014

 

 

 

 

Con la giornata di oggi si chiude un bimestre, quello di luglio-agosto 2014, molto interessante e fecondo per la costituenda Associazione “Eleanor Roosevelt per il Socialismo Liberal”.
Un bimestre nel corso del quale i principali membri dell’informale e liquido “comitato ispiratore” della ER hanno percorso in lungo e in largo la Penisola italiana (da Nord a Sud, passando per il Centro), raccogliendo nuove adesioni qualificate al progetto e consolidando pregresse simpatie e convergenze.
Persino il nostro leader Gioele Magaldi, pur impegnatissimo con le fasi finali di redazione-confezione-correzione del primo volume della sua trilogia Massoni S.r.ill. Società a responsabilità illimitata e come sempre indaffarato a coordinare molteplici attività meta-politiche e massoniche di portata sovranazionale, ha preferito sacrificare i pochi giorni di vacanza a disposizione per andare di persona a monitorare lo stato dell’arte nell’organizzazione dei primi nuclei “rooseveltiani”, prima nel Centro-Nord (soffermandosi specie in Emilia-Romagna e Trentino) e poi in Calabria.
Già, la Calabria: vera e propria fucina di gagliardi e valorosi combattenti per un New Deal italiano ed europeo che oltrepasserà necessariamente ogni orizzonte semplicemente locale, regionale e nazionale, ma che nei singoli territori regionali può e deve trovare un prezioso radicamento identitario, appunto all’insegna di quel “glocalismo” che rappresenterà la risposta autenticamente democratica, popolare e liberal-socialista ad una globalizzazione sin qui ispirata a paradigmi anti-democratici, tecnocratici e oligarchici.

La Calabria, del resto, è un laboratorio archetipico all’interno dell’Italia, così come l’Italia lo è all’interno dell’Europa  e l’Europa lo è per l’intera ecumene globalizzata.
Chi riuscirà e rigenerare il territorio calabrese (cioè quello di una delle regioni più disastrate nella condizione attuale,ma più ricche e straordinarie in una prospettiva potenziale) sul piano economico, sociale, culturale e  civile, avrà in mano le chiavi risolutive per realizzare lo stesso sul piano nazionale, continentale e mondiale, perché risolvendo certi nodi entro un orizzonte regionale e locale, si acquisisce e si dimostra worldwide quella sapienza globale in grado di rendere un progetto di New Deal glocale credibile e inarrestabile.

Ecco perché l’Associazione “Eleanor Roosevelt per il Socialismo Liberal”, a vocazione cosmopolita e sovranazionale, nasce in Italia ed ecco perché ha avuto particolare piacere a muovere i suoi primi passi informali e formali proprio in mezzo al popolo calabrese: una genia in grado di eccellere e di collaborare armoniosamente in ogni angolo del Mondo, salvo che sul proprio territorio natio.
E questa è una metafora valida anche per gli italiani nel loro complesso: eccellenti, collaborativi tra loro e primeggianti all’estero; litigiosi, irresoluti, campanilistici, faziosi ed egoisti in patria.
E’ venuto il momento di correggere la rotta, sia per i calabresi che per gli italiani.
E mentre l’Associazione ER va consolidando gradualmente e inesorabilmente i suoi nuclei territoriali ovunque, lungo la Penisola (e anche oltre i confini italiani), in Calabria, ritenuto un Laboratorio Archetipico per il New Deal euro-atlantico e globale particolarmente significativo e importante, si sono già messe in campo rilevanti iniziative, sulle quali, nondimeno, rinviamo a quanto osservato in

Un New Deal per la Calabria, l’Italia, l’Europa e il Globo terracqueo (clicca per leggere)

L’Associazione Eleanor Roosevelt e l’Evento di Gioia Tauro del 20 agosto 2014: un format benemerito nel suo complesso, ma da perfezionare sia sul piano tecnico che metodologico (a cura di DRP e GOD) (clicca per leggere).

Concludiamo invece queste nostre sintetiche osservazioni provvisorie con l’invito a meditare le brillanti riflessioni contenute in

“Tutto ciò che è bene sapere sull’Associazione Eleanor Roosevelt”, articolo del 25 agosto 2014 by Francesco Maria Toscano per IL MORALISTA (clicca per leggere).

 

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE (www.democraziaradicalpopolare.it)

[ Articolo del 31 agosto-1 settembre 2014 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it