Content Banner  

 

Il Partito che serve all’Italia. Motivo numero 2 per iscriversi e votarlo: non si calerà mai le braghe dinanzi a Commissione Europea, BCE e poteri apolidi neoaristocratici, al contrario di quanto hanno fatto Lega e M5S e, prima di loro, Forza Italia, PD, ecc. Appuntamento sabato 22 dicembre ore 14 a Via Sallustiana 27, Roma

 

 

 

Facciamo seguito a quanto illustrato in

Il Partito che serve all’Italia: verso un ulteriore,  importante appuntamento fissato al 22 dicembre 2018

Il Partito che serve all’Italia. Motivo numero 1 per iscriversi e votarlo: introduzione della sovranità popolare e politica di una moneta non a debito.

e ribadiamo che:

per molteplici ragioni, i tempi drammatici e titanici che l’Italia sta vivendo nel suo rapporto con gli altri Paesi europei e con la propria organizzazione socio-economica ed istituzionale, richiedono la realizzazione di un nuovo soggetto politico-partitico (distinto, separato e indipendente dalla prospettiva metapartitica del Movimento Roosevelt- www.movimentoroosevelt.com  e da quella partitica o movimentista di altre entità già esistenti).
Diamo provvisoriamente a questo nuovo soggetto politico-partitico il nome di “Partito che serve all’Italia”, in attesa che gli iscritti alla sua Assemblea costituente decidano democraticamente e pluralisticamente per una denominazione più precisa e definitiva.
E invitiamo singole cittadine e cittadini ad iscriversi a tale Assemblea costituente, seguendo le semplici istruzioni illustrate in:

https://www.ilpartitocheserveallitalia.it/

E, come secondo motivo/movente per l’iscrizione al “Partito che serve all’Italia”, sottolineiamo che questo nuovo soggetto politico (che intende essere pacificamente e democraticamente rivoluzionario rispetto al paradigma politico-economico vigente attualmente in Italia e in Europa), al contrario dei partiti delle coalizioni del cosiddetto centrosinistra e del cosiddetto centrodestra della Seconda Repubblica e anche a differenza di Lega e Movimento 5 Stelle (che non hanno affatto inaugurato una Terza Repubblica, nonostante le promesse), non si calerà le braghe dinanzi ad alcuno.
Il “Partito che serve all’Italia” non si calerà le braghe dinanzi alla Commissione sedicente europea, alla Banca Centrale sedicente europea e ai poteri apolidi, postdemocratici e neoaristocratici che da 25 anni impoveriscono il sistema-italia e le classi medio-basse di tutto il Vecchio Continente
Il  “Partito che serve all’Italia” non si calerà le braghe dinanzi a coloro che hanno massacrato di recente le condizioni di vita della popolazione greca, che affossano ogni giorno l’autentico EUROPEISMO DEMOCRATICO e che minano anche la prosperità dei ceti imprenditoriali, professionali e commerciali sanamente produttivi, ovunque tartassati con tassazioni spropositate e inique.
Il “Partito che serve all’Italia”, qualora chiamato dagli elettori a rappresentarli in un governo e in una maggioranza parlamentare, in luogo di rilasciare quotidiane dichiarazioni altisonanti, muscolari e sprezzanti per poi andare con il cappello in  mano e le braghe calate a elemosinare di poter produrre un miserabile deficit di spesa del 2,04%, metterà in discussione gli assurdi parametri di Maastricht, chiederà l’emissione di Eurobond per mettere fine alla tragicommedia dello spread e promuoverà la stesura di una Costituzione Europea fondata su principi politici limpidamente e sostanzialmente democratici e principi economici schiettamente postkeynesiani e mirati a giustizia e mobilità sociale, prosperità diffusa, uguaglianza delle opportunità e diritto alla dignità sociale per tutti e per ciascuno.

Sulla via della costituzione del “Partito che serve all’Italia” (https://www.ilpartitocheserveallitalia.it/) il prossimo appuntamento è fissato per sabato 22 dicembre 2018, dalle ore 14, a Via Sallustiana 27, Roma (vicino Via Veneto).

Si tratta di un primo passo verso il RISCATTO DEMOCRATICO atteso vanamente da tanti cittadini, da troppo tempo.

Infatti, preso atto della natura distruttiva delle politiche deflattive su salari e occupazione volute dalla U.E., che hanno danneggiato tutti i Paesi europei, sebbene in modi diversi; considerata la necessità di rafforzare l’azione politica e la tutela dell’interesse collettivo con una centralità strategica del tema moneta sovrana, da porre al servizio del popolo e non di opachi, apolidi e privati interessi oligarchici,
il 22 Dicembre 2018
a Roma Via Sallustiana 27°
h. 14
sarà attivata la fase Costituente di una nuova forza politica partitica (“Il Partito che serve all’Italia: https://www.ilpartitocheserveallitalia.it/) che intende impegnarsi per questo obiettivo, ritenendolo irrinunciabile e propedeutico al recupero della dignità e della libertà anche in ordine a tutti gli ulteriori temi del programma generale.
Non si tratta ancora dell’Assemblea Costituente di tale Partito (Assemblea cui è possibile iscriversi seguendo le semplici istruzioni illustrate in: https://www.ilpartitocheserveallitalia.it/#iscrizioni e https://www.ilpartitocheserveallitalia.it/iscriviti/sign-up.html ), aperta ad ogni cittadino/a che intenda partecipare a questa affascinante ed innovativa avventura politica)
Il 22 dicembre 2018, a Roma, in Via Sallustiana n.27 (a pochi passi da Via Veneto), dalle ore 14, piuttosto, sono invitati coloro che rappresentino associazioni, movimenti, partiti e organizzazioni pre-esistenti su base nazionale, regionale o locale, i cui membri - a titolo personale o collettivo - intendano impegnarsi come costituenti del “Partito che serve all’Italia”, preparandosi a deliberare anche il nome definitivo di questa nuova e necessaria entità politico-partitica.

E a proposito dell’attuale situazione italiana, in bilico tra la fine della Seconda Repubblica e il mancato inizio della Terza, invitiamo a riflettere su quanto detto e scritto in:

https://www.youtube.com/watch?v=HVrez9j0VrA

http://www.libreidee.org/2018/12/magaldi-noi-massoni-coi-gilet-gialli-mentre-roma-dorme/     

 

 

 

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE (www.democraziaradicalpopolare.it)

[ Articolo del 23 novembre-19 dicembre 2018 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it