Content Banner  

 

Gioele Magaldi racconta puntata 33, Il Partito che serve all’ Italia e l’appoggio metapartitico e trasversale dell’Ufficio di Presidenza MR e di DRP ad alcuni candidati alle europee meritevoli come Stefania Schipani, Antonio Maria Rinaldi, Paolo Gottarelli, Maricò Hopps, Giuseppe Pedà e Carmine Pacente. Sostegno MR anche al rooseveltiano Roberto Alice alle regionali in Piemonte

 

 

Proponiamo l’ascolto delle molte cose interessanti dette in
GIOELE MAGALDI racconta - Puntata 33 (Le mosse di Draghi 20-05-2019)

Poi, come spiegato nel corso di una recente puntata (la n.28) di “Gioele Magaldi racconta”, cioè in
GIOELE MAGALDI racconta - Puntata 28 sarà bene che ogni persona già iscritta al “Partito che serve all’Italia” (PSAI) si adoperi per portare nuovi iscritti, parlando di questo necessario progetto con familiari, amici, colleghi e conoscenti.

E per iscriversi al PSAI: https://www.ilpartitocheserveallitalia.it/iscriviti.html .

Il Governo del cambiamento non sta cambiando alcunché. Sta operando in modo timoroso, inconcludente e asservito come i governi di centrodestra e centrosinistra che hanno funestato la Seconda repubblica: prova ne sia la genuflessione e il bacio della pantofola di Angela Merkel fornita proprio da Luigi Di Maio, attuale (si spera per poco) capo politico del M5S, Vicepremier e Ministro dello Sviluppo economico nel Governo gialloverde.

L’Italia è in uno stato di palese decadenza sociale ed economica. Un Paese con infrastrutture vecchie e carenti, con molto precariato nel lavoro, alta disoccupazione in genere, altissima disoccupazione giovanile nello specifico, alto e iniquo livello di tassazione diretta e indiretta.

Le Elezioni europee saranno inutili e non modificheranno la governance dell’attuale Dis-Unione europea in cui la pluriennale alleanza consociativa fraudolenta tra PPE e PSE (che ha implicato l’assenza di maggioranze e opposizioni coinvolte in una dialettica reale) e la marginalità assoluta dei cosiddetti sovranisti/nazionalisti (costitutivamente incapaci di trovare punti di convergenza “continentali”) ci consegneranno uno scenario post-elettorale di giugno 2019 sostanzialmente identico a quello del 2014, al netto di un incremento (privo di conseguenze politiche europee) previsto per la Lega in Italia e per qualche altro partito/movimento extra-italiano con analoga inclinazione ad “abbaiare, ma non mordere” e a creare “bolle politiche” destinate prima o poi a sgonfiarsi miseramente.

Capite a cosa servono e serviranno il metapartitico Movimento Roosevelt (MR) e il Partito che serve all’Italia?

Per modificare gli assetti attuali del potere in Italia c’è bisogno dell’approdo alle Istituzioni e alle responsabilità di governo da parte di nuovi soggetti politici.

C’è bisogno sul piano partitico-elettorale del “Partito che serve all’Italia” e sul piano metapartitico, pedagogico e politico-culturale del Movimento Roosevelt.

Si prenda dunque nota che l’Assemblea Costituente del “Partito che serve all’Italia” (PSAI: https://www.ilpartitocheserveallitalia.it/ e https://www.ilpartitocheserveallitalia.it/blog.html ) avverrà sabato 14 luglio 2019 a Roma, dalle ore 9 alle 20, presso l’Istituto Sant’Orsola di Via Livorno 50/a (zona Piazza Bologna).

Si tratta di una data scelta non per caso.                                                           

Il 14 luglio, cioè la Presa della Bastiglia, data di inizio ufficiale della Rivoluzione francese del 1789.

Come iscriversi all’Assemblea Costituente del Partito che serve all’Italia (PSAI) il cui svolgimento è dunque previsto per il 14 luglio 2019?

Facilissimo!                                           

Basta seguire le semplici istruzioni illustrate in: https://www.ilpartitocheserveallitalia.it/#iscrizioni e  https://www.ilpartitocheserveallitalia.it/iscriviti.html .

E per chi desiderasse partecipare della traiettoria metapartitica, politico-culturale, trasversale e pedagogica del Movimento Roosevelt (MR: https://www.movimentoroosevelt.com/ e https://blog.movimentoroosevelt.com/), per iscriversi basterà seguire le indicazioni offerte in https://blog.movimentoroosevelt.com/iscriviti-o-rinnova.html.

Prossimo appuntamento con il PSAI sabato 14 luglio a Roma, dunque.

Invece, il Movimento Roosevelt attende tutti gli aspiranti rivoluzionari per la Democrazia sostanziale, il Socialismo liberale, la giustizia e la mobilità sociale, la piena occupazione e la lotta contro il Neoliberismo in Italia e in Europa, sabato 21 settembre 2019, a partire dalle ore 9, presso l’Istituto Sant’Orsola di Via Livorno 50/a, zona Piazza Bologna, Roma.
Li si svolgerà una strategica Assemblea Generale MR, ulteriore tappa della Rivoluzione culturale rooseveltiana in corso.
D’altronde, pur ritenendo nel complesso inutili le imminenti consultazioni per il rinnovo del Parlamento europeo (si vota domani, domenica 26 maggio, dalle ore 7 alle 23), non sarà affatto trascurabile il fatto di poter contare, nel palcoscenico istituzionale europeo, su singole personalità che, presenti in partiti/movimenti diversi e anche formalmente contrapposti, possano tuttavia portare alta la fiaccola di alcuni valori democratici e progressisti cari sia al Movimento Roosevelt che a noi di Democrazia Radical Popolare.
E’ con questo spirito (condiviso e sottoscritto da DRP) che, dalle parti del metapartitico MR, vengono proposte come persone cui dare il voto di preferenza in queste Elezioni europee i seguenti candidati: 1) STEFANIA SCHIPANI  per la Circoscrizione elettorale CENTRO, cioè Lazio, Umbria, Toscana e Marche (candidata in + Europa con idee politico-economiche alternative al Neoliberismo e ispirate al Socialismo liberale). La SCHIPANI è una candidata adattissima da votare nel Centro Italia per quei rooseveltiani che abbiano simpatie di “centrosinistra” 2) ANTONIO MARIA RINALDI per la Circoscrizione elettorale CENTRO – Lazio, Umbria, Toscana e Marche- RINALDI è un economista postkeynesiano inserito nelle liste della Lega ed è un amico del MR, con cui, sia in sede italiana che europea, intende portare avanti diversi progetti politico-culturali ed economici “trasversali” 3) PAOLO GOTTARELLI, per la Circoscrizione NORD-EST (Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli-Venezia-Giulia, Emilia-Romagna) GOTTARELLI è un candidato nelle liste dei Popolari per l’Italia indicato all’attenzione del MR dal Vicepresidente del Movimento Nino Galloni 4) MARICO’ HOPPS è candidata nella Circoscrizione ISOLE (Sicilia e Sardegna) nelle liste della Lega ed è stata segnalata alla Presidenza MR dal Dirigente rooseveltiano Liborio Signorelli 5) GIUSEPPE PEDA’ è candidato nella Circoscrizione SUD (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia e Calabria) nelle liste di Forza Italia, è stato socio fondatore del Movimento Roosevelt e primo Sindaco rooseveltiano (di Gioia Tauro). In favore di PEDA’ si è molto spesa Lucia Toto, Capo di Gabinetto della Presidenza MR che, con diversi rooseveltiani meridionali, ha partecipato attivamente alla sua campagna elettorale 6) CARMINE PACENTE è candidato nelle liste del PD (Partito Democratico)-Siamo europei nella Circoscrizione NORD-OVEST (Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia). PACENTE è stato già sostenuto dal Movimento Roosevelt, che nel 2016 ha contribuito significativamente alla sua elezione come Consigliere comunale di Milano e alla sua designazione come Presidente della Commissione “Affari internazionali, post Expo e politiche europee”. In favore della candidatura di PACENTE si è speso particolarmente Michele Petrocelli, Consigliere di Presidenza MR.
DRP e il MR invitano anche i cittadini di Torino e provincia a dare il voto di preferenza a ROBERTO ALICE, candidato Consigliere regionale del Piemonte nelle Liste del Movimento 5 Stelle (M5S) e autorevole membro del Consiglio di Presidenza del Movimento Roosevelt.
Per una chiara esplicazione del metodo politico metapartitico e limpidamente trasversale adottato dal Movimento Roosevelt nel supportare i candidati appena elencati, si guardi:

Candidati “Rooseveltiani” alle europee e dimissioni di Patrizia Scanu.

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE (www.democraziaradicalpopolare.it )

[Articolo del 16-26 maggio 2019]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it