Content Banner  

 

Gioele Magaldi e DRP appoggiano Giovanni Arena al ballottaggio per eleggere il nuovo Sindaco di Viterbo, auspicando un grande rilancio della Tuscia in Italia e in Europa

 

 

 

Ci uniamo al nostro leader Gioele Magaldi nel sostegno e nell’indicazione di voto a favore di Giovanni Arena rispetto al ballottaggio che si svolgerà domani, domenica 24 giugno 2018, per designare il nuovo Sindaco di Viterbo.

A tal riguardo, rinviamo all’intervista che poche ore fa Magaldi ha rilasciato alla testata giornalistica “Viterbo News 24”:

http://www.viterbonews24.it/news/gioele-magaldi-si-schiera-con-arena_86342.htm ,

e corrediamo tale intervista con queste considerazioni:

VITERBO-ITALIA-EUROPA. In vista di nuovi stili di Governo locali, nazionali e globali (cioè “glocal”) della Res Publica.
Il metapartitico Movimento Roosevelt (www.movimentoroosevelt.com ), attualmente, a livello nazionale e internazionale, sostiene e sosterrà il Governo Conte, supportato in Parlamento da Lega e M5S, almeno fintanto che questo esecutivo dimostrerà di poter implementare alcune delle migliori istanze sin qui proposte (flat tax o comunque drastica riduzione di tutte le aliquote fiscali; reddito di cittadinanza come preludio alla costituzionalizzazione del diritto al lavoro per ogni cittadino- quest’ultimo vero e proprio irrinunciabile “cavallo di battaglia” rooseveltiano; revisione dei trattati europei vigenti su varie materie e sostituzione del paradigma neoliberista con quello post-keynesiano in ogni questione di natura economico-finanziaria; una nuova metodologia nella gestione del problema “migranti”, condivisa negli oneri sociali e nella progettualità con gli altri paesi europei e mirata anche a rigenerare le strutture economiche e politiche, cosi come le condizioni di vita in generale, nei territori disastrati da cui molti poveretti fuggono per miseria, disperazione, persecuzione o anche solo per cercare nuove e migliori opportunità esistenziali; semplificazione burocratica, ecc.)
Analogo supporto, l’attuale governo giallo-verde ha già ricevuto e continuerà a ricevere anche da quelle reti sovranazionali massoniche progressiste di cui Grande Oriente Democratico (GOD: www.grandeoriente-democratico.com) è parte, secondo le concretissime modalità esplicate in http://www.grandeoriente-democratico.com/Massoni-progressisti-ed-ex-neoaristocratici-nel-Governo-Conte-presto-faremo-i-nomi.html , in http://www.grandeoriente-democratico.com/Guerre-massoniche-in-Italia-in-Europa-e-nel-Mondo-Parte-1.html , in Massoneria On Air: dalla vittoria liberomuratoria progressista sui mercati alla giornata rooseveltiana del 14 luglio 2018, che rivoluzionerà per sempre la storia politica italiana ed europea , in http://www.grandeoriente-democratico.com/Massoneria-Guerre-Stellari-e-Governo-Conte-Pedagogia-comunicativa-a-cura-di-Aldo-Storti.html , tanto più che il Governo Conte ha una presenza significativa di massoni democratico-progressisti al suo interno, tra ministri e sottosegretari di Stato.
Tutto ciò, per spiegare che tanto i network massonici iper-democratici summenzionati, quanto il politico, metapartitico, non massonico né paramassonico Movimento Roosevelt, fieramente progressista, radicalmente democratico, fermamente social-liberale, non hanno alcuna simpatia per vecchie coalizioni di sedicente centrodestra o sedicente centrosinistra, le stesse che negli ultimi 25 anni hanno portato alla decadenza politico-economica l’Italia della cosiddetta Seconda Repubblica. Sul punto, si legga anche http://www.libreidee.org/2018/05/magaldi-nani-e-ballerine-ma-litalia-vive-una-sfida-decisiva/ e http://www.libreidee.org/2018/05/avvoltoi-rimpiangono-silvio-per-spaventare-lega-e-5-stelle/ .
Eppure, nello specifico della situazione viterbese, come spiegato nell’intervista sottostante concessa da Gioele Magaldi (sia in quanto Gran Maestro di GOD che in qualità di Presidente MR) alla gettonatissima testata giornalistica VITERBO NEWS 24 (www.viterbonews24.it), tanto i terminali locali di quei circuiti massonici indicati sopra che segmenti di società civile sensibili alle indicazioni del leader rooseveltiano hanno scelto di premiare al primo turno di voto per il Comune di Viterbo Chiara Frontini e Giovanni Arena (entrambi originati dall’area di sedicente centrodestra), optando poi maggioritariamente per Arena, al ballottaggio, anche se alcuni confermeranno il voto per la Frontini, che può dare comunque un importante contributo in Consiglio comunale e che rappresenta, in prospettiva, data anche la giovane età, uno dei migliori futuri possibili per Viterbo.
D’altronde, sarà auspicabile che Giovanni Arena e la sua Giunta, una volta insediati, si affranchino dai retaggi più polverosi, conservatori e di corto respiro del vecchio centrodestra a trazione berlusconiana e inaugurino un nuovo corso per Viterbo e il suo territorio, puntando su un decisivo utilizzo di fondi e risorse europee per migliorare le infrastrutture, offrire maggiori e migliori opportunità di lavoro ai residenti, rilanciare l’appeal artistico-culturale e turistico dell’intera area viterbese, con uno speciale occhio di riguardo per quella “perla” che è San Martino al Cimino e il suo circondario, colpevolmente trascurato proprio da quella Giunta Michelini cui il principale testimonial per un “new deal sanmartinese”, Mario Silvestri, aveva a suo tempo accordato sostegno e fiducia.
Oggi, abbandonando vecchie tassonomie politiche “destra-sinistra” che significano sempre meno in un mondo contrassegnato semmai da una dialettica aspra tra neoaristocratici e autentici democratici, c’è da impegnarsi affinché anche a Viterbo spiri un vento nuovo, da Terza Repubblica.
Speriamo, poi, che anche i lacerti disorientati e logori di quella che è stata l’area di sedicente sinistra e centrosinistra viterbese, da queste elezioni e da ciò che ne seguirà a livello di governo locale possano trarre un salutare ammaestramento in vista di una rigenerazione politico-ideologica e “narrativa” complessiva.
E siccome siamo convinti che all’Italia servano soggetti politico-partitici nuovi di zecca, invitiamo tutti i dirigenti, attivisti e cittadini viterbesi di qualsivoglia, passata e presente, provenienza/simpatia politica, a venire a partecipare, il prossimo sabato 14 luglio 2018, dalle 9:30 in avanti, presso l’Istituto Sant’Orsola di Via Livorno 50/a (Roma, zona Piazza Bologna) alla giornata rooseveltiana che sarà caratterizzata la mattina da una Tavola Rotonda sul “Partito che serve all’Italia” (vedi, al riguardo: Il Partito che serve all’Italia: PDP, PSL, UDS o cosa? Il nome conta relativamente, ma la sostanza non potrà non essere democratica, popolare, progressista e social-liberale) e il pomeriggio da una intensa ed epocale Assemblea che eleggerà il nuovo Segretario Generale del metapartitico Movimento Roosevelt (vedi: https://www.movimentoroosevelt.com/news/per-dipartimento/presidenza/assemblea-generale-mr-ed-evento-sul-nuovo-partito-che-serve-all-italia-appuntamento-a-roma-la-mattina-di-sabato-14-luglio-2018-dalle-9-30-presso-l-istituto-sant-orsola-in-via-livorno-50-a.html).

 

 

 

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE (www.democraziaradicalpopolare.it)

[ Articolo del 23 giugno 2018 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it