Content Banner  

 

Esiti della BREXIT: Apprendisti Stregoni al lavoro per soggiogare comunque il Popolo europeo con o senza il Regno Unito nella UE e l‘occasione di ritornare al sogno europeo delle origini, quello di: Kant, Garibaldi, Mazzini, Cattaneo, Hugo, Briand, Spinelli

 

 

 

Nel rammentare che Immanuel Kant, Giuseppe Garibaldi, Giuseppe Mazzini, Carlo Cattaneo, Victor Hugo, Aristide Briand, Altiero Spinelli e molti altri grandi spiriti degli ultimi tre secoli hanno immaginato e si sono battuti, in termini aurorali, per un’Europa molto diversa da quella UE da cui oggi il Regno Unito (con poco più della metà dei cittadini votanti) ha deciso di uscire, invitiamo alla riflessione su queste osservazioni odierne rese pubbliche dal nostro leader Gioele Magaldi:

 

Gli Apprendisti Stregoni dell'Europa matrigna e tecnocratica asservita a interessi oligarchici privati, naturalmente, avrebbero preferito che prevalesse il "Remain" al referendum britannico sulla Brexit. E lo avrebbero preferito per continuare con le stesse modalità di sempre a gestire l'attuale versione antidemocratica e antipopolare dell'Unione Europea.
Ma, come ha scritto lucidamente stamane Marco Moiso in un post che ho rilanciato sul mio Diario facebook e che ho voluto far fissare provvisoriamente in alto sul Gruppo fb ufficiale del Movimento Roosevelt:

"Gioele ha spiegato in tutti i modi chi c'è dietro le politiche Europee...
L'Europa è solo uno strumento.
Eppure si confonde ancora il criminale di bassa lega (ma con giacca e cravatta) col mandante. Io sono allibito da tutti coloro che in Italia si dicono contenti del Brexit...
Tutta gente che pensa che questo sia un moto popolare anti sistema. Cazzate!
Mi domando se queste persone sappiano chi è Farage? Chi sono i grandi promotori del Brexit? Qual' è la visione politico sociale ed economica di chi ha spinto per il Brexit? Questi rivoluzionari antieuropei hanno visto i documentari a sostegno del Brexit e quali riforme propongono?
Questi rivoluzionari che dicono di attaccare il potere, sanno che il potere si afferma meglio in condizioni di moderata destabilizzazione?
Una visione del mondo basata sulle libertà individuali, sulle pari opportunità, sui diritti e sulla riduzione delle disuguaglianze, una visione di mondo opposta a quella dei promotori del Brexit, è la BASE ideologica di un movimento come il nostro...(NB: si riferisce al Movimento Roosevelt).
Il Brexit è un attacco allo stato sociale in Europa.
Guardate, non credo che finirà il mondo oggi. L'attacco sarà silente come sempre.. Ma aspettiamoci qualcuno che tra poco dirà che ci sono meno soldi, che non si può investire nel pubblico e che bisogna continuare a costruire una società con salari alti e tasse basse! Allettante! ... Ma quella è la società neoliberista senza tutele sociali di sorta.
Mi auguro che coloro che oggi sostengono il Brexit continuino ad avere la bussola dritta e puntata verso una visione di mondo ben definita.
Solo cosi, aldilà di circostanze che sono contingenti per quanto importanti, come il Brexit, riusciremo a creare la società libera e giusta che ci proponiamo di costruire."

Che vuol dire tutto ciò?
Che, come è stato spiegato già da molti anni dalle parti di Grande Oriente Democratico, accanto all'opzione 1 (mantenere l'UE matrigna e tecnocratica cosi com'è'), gli Apprendisti stregoni della globalizzazione antidemocratica hanno già da tempo previsto anche un'opzione 2: infiltrare, cavalcare ed eterodirigere tutti quei partiti e movimenti anti-europeisti a prescindere per ragioni ultra-conservatrici, nazionaliste o fascistoidi, in modo tale da continuare comunque a imporre, su qualsiasi modello di Vecchio Continente (più o meno unito o disunito) la propria visione neofeudale, neogerarchica e uno smantellamento generale del welfare state e di politiche di integrazione, uguaglianza e giustizia sociale diffusa.
In fondo, ciò che accomuna gli antieuropeisti palesi (nazionalisti e conservatori) ai finti europeisti (e dunque cripto-antieuropeisti) che stanno guidando l'attuale UE è proprio l'avversione profonda a qualsiasi realizzazione di Stati Uniti d'Europa legittimati da una Costituzione elaborata e deliberata grazie al consenso del Popolo europeo sovrano.
In ogni caso, ognuno giocherà la sua partita...a partire da ora.
Occorre cercare di utilizzare lo shock della prevalenza del "Leave" per indurre un rovesciamento radicale dell'attuale governance europea.
E i massoni progressisti giocheranno la loro, di partita, al pari del Movimento Roosevelt, che giocherà la sua, autonoma e distinta da qualsivoglia conflitto infra-latomistico.
Un Movimento Roosevelt che non è né massonico né paramassonico, ma si presenta ricco di ideali e principi che vengono anche dalla fucina della Libera Muratoria progressista; una fucina che ha dato vita sia alla Dichiarazione dei diritti dell'Uomo e del Cittadino del 1789 che alla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani del 1948.
Un Movimento Roosevelt europeista in senso democratico e liberal-socialista , il quale, perciò, si dichiara avverso tanto all'antieuropeismo ("de facto") occulto e fraudolento degli eurotecnocrati e dei loro mandanti e fiancheggiatori, quanto all'antieuropeismo palese di nazionalisti vari, spesso eterodiretti (in buona o mala fede) da quegli stessi gruppi massonici neoaristocratici e reazionari contro cui dichiarano di combattere.
W l'Europa sognata da Giuseppe Garibaldi, Giuseppe Mazzini, Victor Hugo, Altiero Spinelli e da tanti altri sinceri progressisti.
Sempre e comunque.
Gioele Magaldi

 

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE (www.democraziaradicalpopolare.it)

[ Articolo del 12-24 giugno 2016 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it