Content Banner  

 

Democrazia Radical Popolare solidarizza con la Manifestazione degli Indignati del 15 ottobre 2011

 

 

 

 

Nel corrispondere volentieri all’esortazione di Gioele Magaldi e del suo

 Editoriale del 14 ottobre 2011: "Se esistesse un Nuovo Centro-Sinistra, italiano, europeo e statunitense, avrebbe un'autostrada e archi di trionfo davanti a sè, in questi tempi di fallimento del neoliberismo di destra e dei suoi derivati" di Gioele Magaldi (clicca per leggere),

ci riportiamo integralmente anche ai contenuti di

Grande Oriente Democratico a favore degli Indignati italiani, europei, americani e di tutto il pianeta: sia per la Manifestazione del 15 ottobre 2011, che per ogni iniziativa futura.

Il nostro punto di vista - a differenza di quello di GOD, impegnato civilmente e con un profilo rigorosamente meta-politico - è politico e partitico, ma nella prospettiva di quei partiti rigenerati che dovranno, prima o poi, costituire un Nuovo Centro-Sinistra.
Quella coalizione il cui programma - al netto delle persone ormai da depennare rispetto agli ipotetici organigrammi originari - abbiamo iniziato a tracciare nelle serie già pubblicate di

10 Serie di Proposte per il Governo dell’Italia dal 2011 in poi,  da Democrazia Radical Popolare al Nuovo Centro-Sinistra (da costruire sulle ceneri del Vecchio).

E da tale angolo visuale progressista, riformatore e liberal-socialista (come direbbe Magaldi), esprimiamo la massima solidarietà e vicinanza a tutti gli Indignati italiani ed esteri che, oggi, 15 ottobre 2011, manifestano la propria voglia di democrazia e di dignità e affrancamento dalle mire rapaci e predatorie di FMI, BCE e consimili istituzioni che necessitano di urgentissimi cambi di rotta.
Vogliamo però pregare gli Indignati - nel presente e nel futuro - di non confondere la necessaria libertà economica di investire capitali e far circolare merci dove e come si crede (creando così benessere e impiego), nel rispetto della dignità del lavoro (capitalismo sano), con il modello capitalistico becero, tipico del neoliberismo imperante da più di tre decenni.
La verità è che gli oligarchi avidi e profittatori e i politici loro complici (corrotti e senza etica pubblica), con la loro condotta dissennata, rischiano di gettare fango su un sistema economico - il capitalismo, appunto - che è e rimane, come la democrazia, uno dei capisaldi di qualsivoglia sviluppo sociale armonico e sostenibile.
Non è mai esistito un fascismo o un comunismo dal volto umano.
Può esistere, invece, ed è storicamente esistito negli USA durante il NEW DEAL (anni ’30 del ‘900) e in Europa dal Secondo Dopoguerra agli anni ’70 del ‘900, un CAPITALISMO DAL VOLTO UMANO.
Tanto UMANO da aver assicurato a diverse generazioni crescita economica senza precedenti, un robusto welfare state e naturalmente armonia, pace e mobilità sociale. Con garanzie e tutele sia per il ceto operaio che per la classe media, giunti a decorosi standard di vita e privi di animosità nei confronti dei ricchi e degli stra-ricchi, poiché quest’ultimi contribuivano fattivamente alla promozione sociale di tutti ed erano impegnati in un’economia produttiva e sana invece che su finalità meramente speculative e predatorie (con ciò non vogliamo conculcare il ruolo fondamentale della finanza, anche creativa, ma essa deve essere al servizio del benessere sociale e non causa della sua distruzione).
Si tratta di guardare al futuro, per migliorare ancora quel modello (sostanzialmente keynesiano e rooseveltiano) e fondare delle comunità politiche e sociali dove ciascuno abbia il diritto di lavorare e di guadagnare in base ai suoi talenti e alle sue capacità; ma dove nessuno possa pretendere di nuotare nell’oro mentre la maggior parte dei suoi simili affogano nell’indigenza, nella frustrazione o addirittura nella disperazione.
Quindi, VIVA GLI INDIGNATI, di oggi e di sempre, per tutte quelle cose di cui vale la pena INDIGNARSI.
NOI SIAMO CON VOI!!!

 

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE

[ Articolo del 15 ottobre 2011 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it