Content Banner  

 

Democrazia Radical Popolare ringrazia tutte le cittadine e i cittadini che hanno votato, specie a Napoli e a Milano, in vista di un Nuovo Risorgimento

 

 

 

 

Abbiamo vinto, senza incertezze.
Queste vittorie, in tutta Italia oltre che nelle fondamentali piazze di Milano e Napoli, costituiscono un ottimo viatico per quello che da tempo chiamiamo un Nuovo Risorgimento italiano.
Tutti gli addetti ai lavori sono in grado di valutare se e quanto la società civile (fatta di cittadine e cittadini, libere muratrici e liberi muratori) che segue Democrazia Radical Popolare e Grande Oriente Democratico abbia fatto la differenza durante queste elezioni amministrative 2011.
Non ci interessano le trombe e le fanfare, né concorrere con altri a mettere il cappello sopra questa o quella vittoria.
Chiunque abbia sale in zucca lo usi, valuti che cosa ha comportato in questi mesi la nostra opera ufficiale e ufficiosa e ne tragga gli ammaestramenti che ritiene.
Certo, la nostra idea di Centro-Sinistra ve ben oltre questo incoraggiante incipit.
Chi ha responsabilità di vertice nei partiti dell’area centro-sinistrorsa (PD, SEL, IDV, RADICALI, PSI, etc.) si studi, mano a mano che saranno pubblicate, le istanze contenute in 10 Serie di Proposte per il Governo dell’Italia dal 2011 in poi,  da Democrazia Radical Popolare al Nuovo Centro-Sinistra (da costruire sulle ceneri del Vecchio) e ne tragga le debite conseguenze.
Rapidamente.
Altrimenti, il rischio è di illudersi di poter battere il Grande Fratello di Arcore e di governare il Paese senza aver prima effettivamente rifondato questo centro-sinistra attuale, che al momento gode soltanto del declino altrui e dell’aiuto della MIGLIORE SOCIETA’ CIVILE, ma ancora non presenta un’alternativa di governo lungimirante, in grado di convincere l’elettorato e rilanciare il Sistema-Italia.
Ricordatevi di quanto è accaduto nel 1994, poi nel 2001, nel 2006 e nel 2008.
Non ripetiamo gli errori del passato.
Coaguliamo le forze di Centro-Sinistra e lasciamo che Fini, Casini, Rutelli e altri costruiscano un Centro-Destra alternativo a quello berlusconiano.
No a stolte ammucchiate che disorienterebbero (giustamente) gli elettori e non premierebbero nessuno dei contraenti a livello di suffragi.
Ma di questo avremo presto modo di parlare, così come di un eventuale nuova legge elettorale proporzionale, che forse gioverebbe a questa Italia più di ogni altra cosa, ferma restando la polarizzazione tra aree di centro-destra ed aree di centro-sinistra.
Intanto, grazie di cuore a TUTTI coloro che hanno voluto onorarci, seguendo i nostri APPELLI e votando nella direzione giusta, anche se l’OPERA è appena cominciata.
Grazie ai milanesi, ai napoletani, ai cagliaritani, ai triestini, etc.

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it