Content Banner  

 

DRP presenta e sottoscrive le osservazioni di Alberto Bagnai nell’articolo “Grillo e l’eurocrisi: torniamo all’austerità di Monti?”

 

 

 

 

Pur non condividendo la prospettiva radicale di Bagnai in merito alla (secondo lui) ineluttabile uscita immediata dall’eurozona (Noi di DRP, com’è noto, vogliamo riformare l’UE, la BCE e l’eurozona, non troncare in modo traumatico il progetto europeista, anche se l’ipotesi del ritorno alla lira diventerebbe l’unica percorribile in caso di conclamata perseveranza degli errori anti-democratici ed anti-popolari perpetrati dall’euro-tecnocrazia e da quei governanti che se ne fanno condizionare) e pur continuando a sperare che il Movimento 5 Stelle possa evolvere verso qualcosa di più serio, democratico e lungimirante di quello che è attualmente (un partito che non vuole definirsi tale, che propugna un programma con alcune buone idee ma anche con diverse sciocchezze, e che mentre reclama democrazia partecipativa all’esterno, all’interno è governato con pugno di ferro illiberale da Grillo, Casaleggio e pochi altri “delegati” dal vertice), condividiamo e sottoscriviamo con convinzione le osservazioni del brillante economista neo-keynesiano, formulate in

“Grillo e l’eurocrisi: torniamo all’austerità di Monti?”, articolo by Alberto Bagnai per IL FATTO QUOTIDIANO, riprodotto su MICROMEGA il 7 marzo 2013 (clicca per leggere).

Sottoscriviamo e sottoponiamo alla meditazione dell’opinione pubblica.

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE (www.democraziaradicalpopolare.it)

[ Articolo del 28 febbraio-8 marzo 2013 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it