Content Banner  

 

DRP presenta “Renzi, il canto delle sirene e Beppe Grillo”, articolo di Sergio Magaldi

 

 

 

 

Presentiamo e proponiamo alla lettura

“Renzi, il canto delle sirene e Beppe Grillo”, articolo del 10 febbraio 2014 by Sergio Magaldi per LO ZIBALDONE DI SERGIO MAGALDI (clicca per leggere).

Un testo molto interessante, sui cui contenuti dovremo magari tornare nei prossimi giorni, anche in base alla piega che prenderanno gli eventi.
Matteo Renzi, nel frattempo, non pare proprio essersi attenuto ai suggerimenti di Sergio Magaldi.
Anzi, egli ha ascoltato sino in fondo il canto delle sirene, rimanendone ammaliato per bramosia di potere.
Si sforzerà di non ascoltare il canto delle sirene nel prossimo futuro, ritornando almeno parzialmente sui suoi passi?
Vedremo.
Gli scenari sono aperti in diverse direzioni e prospettive.
D’altronde, fra i mandanti dell’operazione per collocare Renzi come nuovo premier, Sergio Magaldi si limita ad indicare una serie di soggetti “nazionali”:

“Non posso immaginare che il neosegretario del PD cada ingenuamente nella doppia trappola che amici, compagni e avversari gli stanno preparando […] Come non accorgersi che a sollecitarlo alla staffetta è soprattutto la minoranza del suo partito, nonché il Nuovo Centro-Destra, con il quale sembrava impossibile sino a ieri un accordo per un programma di governo che comprendesse anche le unioni civili?”.

Inoltre, Magaldi Senior si lancia anche nella indicazione delle finalità di questi presunti “mandanti italici”:

“L’intento è abbastanza palese: far uscire il sindaco di Firenze allo scoperto, metterlo nella condizione e nella contraddizione di dover scegliere tra un governo a lunga scadenza [magari sino alla fine delle legislatura] con  Alfano, Lupi e Giovanardi e un governo cosiddetto di scopo con Forza Italia, limitato all’approvazione della legge elettorale.”

Ora, non escludiamo affatto la concomitanza di certi interessi di “amici, compagni e avversari” peninsulari – piddini, alfanidi, etc. - riguardo alle mosse prossime venture del Sindaco di Firenze, ma ci permettiamo di osservare che forse la questione va vista anche da un altro punto di osservazione… un punto di osservazione alquanto sovraordinato rispetto alle potenzialità visive e operative dei vari Alfano, Cuperlo, Fassina, Berlusconi, Grillo, etc.
E per iniziare a considerare questo diverso e più ampio angolo visuale, rinviamo alla lettura di

L’aspirante massone Matteo Renzi a Palazzo Chigi, fra spinte massoniche reazionarie e auspici massonici progressisti. Sottotitolo: Come sono andate effettivamente le cose nei mesi e nei giorni scorsi, a partire dalla graduale bastonatura del Fratello Napolitano… (clicca per leggere).

 

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE (www.democraziaradicalpopolare.it)

[ Articolo del 7-14 febbraio 2014 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it