Content Banner  

 

DRP ancora a proposito della polemica tra il veterofascista pennivendolo Eugenio Scalfari e la democratica e progressista autentica Barbara Spinelli

 

 

 

 

Facciamo seguito a quanto abbiamo scritto in

DRP, Barbara Spinelli, Altiero Spinelli, l'Europa e quel trombone in mala fede di Eugenio Scalfari (clicca per leggere),

riportando un aggiornamento sulla questione, così come ben sintetizzato in

“BACCHETTATA, BARBARA SPINELLI SBATTE AL MURO EU-GENIO SCALFARI: “SEI UN VIOLENTO!” - 2. “VIOLENTO È L’USO CHE FA DI ALTIERO SPINELLI, DEL QUALE NESSUNO DI NOI PUÒ APPROPRIARSI” - 3. “È SCORRETTO ACCUSARE GRILLO DI CONDANNARE ALLA GOGNA I GIORNALISTI, QUANDO ALL’INTERNO D’UNA STESSA TESTATA APPAIONO ATTACCHI DI QUESTO TIPO AI COLLEGHI” - 4. LA REPLICA DI SCALFARI NON LASCIA MA LA RADDOPPIA IL VELENO: “CARA BARBARA, IO HO GIÀ DIMENTICATO LE COSE PER ME SGRADEVOLI CHE HO ASCOLTATO NELLA TRASMISSIONE DI TRAVAGLIO E QUELLE CHE TU HAI SCRITTO SU GRILLO SUL NOSTRO GIORNALE” - 5. LA SPINELLI, CHE LASCIÒ NEL 2010 “LA STAMPA” DIRETTA DA MARCELLO GIORGI, PERCHÉ GIUDICATA TROPPO MORBIDA CON BERLUSCONI, PASSERÀ AL “FATTO QUOTIDIANO”?”, pezzo collectaneo per DAGOSPIA del 16 dicembre 2013 (clicca per leggere).

Inoltre, ci compiaciamo particolarmente del fatto che, nelle stesse ore in cui Noi vergavamo

DRP, Barbara Spinelli, Altiero Spinelli, l'Europa e quel trombone in mala fede di Eugenio Scalfari (clicca per leggere),

dalle colonne de Il MORALISTA (www.ilmoralista.it), il sempre eccellente Francesco Maria Toscano pubblicava

“Le miserabili intimidazioni di Eugenio Scalfari all’indirizzo di Barbara Spinelli”, articolo del 16 dicembre 2013 by Francesco Maria Toscano per IL MORALISTA (clicca per leggere).

Una ben magra e ignobile figuraccia, quella del già caporedattore di “Roma Fascista”, Eugenio Scalfari, passato in età avanzatissima non già ad una forma di superiore saggezza e lungimiranza liberale e democratica, bensì ad una rimodulazione tutta cartacea e mediatica dell’olio di ricino e del manganello per i giornalisti non appecoronati al pensiero unico che da certi ambienti elitari sovranazionali – passando per il Quirinale mal gestito da Giorgio Napolitano -  si vorrebbe imporre senza dissenso alcuno ad un popolo di sudditi ubbidienti e mansueti.
Ma il Popolo (italiano ed europeo), caro Scalfari dei nostri stivali, sarà sempre meno mansueto e ubbidiente rispetto a chi vuole togliergli la sovranità e la dignità così duramente conquistate negli ultimi due secoli e mezzo.

Tutto ciò per quanto attiene soprattutto al metodo – fascistoide, illiberale, paternalista, presuntuoso, arrogante, elitario e anti-democratico – utilizzato temerariamente da Scalfari contro Barbara Spinelli.
Quanto al contenuto specifico degli avariati, sgangherati e debolissimi sillogismi scalfariani – sulla situazione politica italiana ed europea - contenuti nell’articolo del fondatore di Repubblica

“Un paese che perde il senso delle parole”, articolo del 15 dicembre 2013 by Eugenio Scalfari per REPUBBLICA (clicca per leggere),

riteniamo che ne abbiamo trattato da par loro i Massoni di Grande Oriente Democratico in

GOD in difesa di Barbara Spinelli, sincera europeista come suo padre, il fratello massone progressista Altiero Spinelli, e adversus l’antieuropeismo de facto di individui subdoli e pericolosi per la democrazia e per la libertà del popolo italiano ed europeo quali Scalfari, Napolitano, Monti, Letta, Draghi, Weidmann, Merkel, Schauble, Rehn, Barroso, Van Rompuy etc (clicca per leggere)

 

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE (www.democraziaradicalpopolare.it)

[ Articolo del 17 dicembre 2013 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it