Content Banner  

 

Commento di Democrazia Radical Popolare a “Merkel è stata la vera vincitrice del vertice Ue”, articolo del 2 luglio 2012 per LETTERA 43

 

 

 

 

Un rapido commento che in realtà è una sorta di plauso alla capacità della testata on-line “LETTERA 43” (www.lettera43.it) di proporre ragionamenti (ancorché mutuati dall’autorevole Financial Times, il più importante giornale economico della Gran Bretagna e una delle più antiche, lette e prestigiose testate operanti nel Mondo, sin dalla sua fondazione nel 1888) che vadano oltre la grottesca melassa incensatoria, insipiente, falsificante e manipolatoria ammannita da diversi media (italioti e non) quale ridicola e fasulla interpretazione degli esiti del vertice di Bruxelles del 28-29 giugno 2012.

Consigliamo vivamente di visionare

 “Merkel è stata la vera vincitrice del vertice Ue”, articolo del 2 luglio 2012 per LETTERA 43 (clicca sopra per leggere),

approfondendo anche i rimandi interni di tale utilissimo pezzo giornalistico,

Accoppiando tali letture con quella degli svariati contenuti offerti dai Fratelli di GOD in

Mario Monti Massone contro-iniziato, bugiardo, spregiudicato, cinico e iettatore che lavora alla rovina dell’Italia e dell’Europa (clicca sopra per leggere),

si avrà un quadro esaustivo del cul de sac in cui si sono cacciati i beccamorti che ancora sostengono in Italia il lugubre, funesto e maleodorante Governo Monti.

Peraltro, risulta inesatta anche la valutazione (targata Financial Times/Lettera 43) che

“Il premier italiano, si legge, è stato «intelligente» a minacciare il veto su «qualcosa di cui la cancelliera aveva urgente bisogno», cioè il piano per la crescita da 120-130 miliardi di euro.”
Quello che ancora evidentemente sfugge a molti, pur autorevoli e sagaci, osservatori, è che queste sceneggiate (“grande vittoria dell’Italia, della Spagna e anche della Francia…no, ma ha vinto anche la Germania…però Olanda e Finlandia non ci stanno, poi ci stanno e infine si è trovata la grande mediazione…che però si rivela una grande presa per i fondelli dei cittadini europei massacrati dalla crisi in corso…) sono studiate a tavolino dai loro interpreti.
Mario Monti e Angela Merkel (con l’autorevole Paraninfo Mario Draghi) hanno una visione assolutamente consustanziale sul modo di (non) risolvere i problemi europei e di aggravare pesantemente la situazione italiana, spagnola, greca, portoghese, irlandese, etc.
Si approfondisca questa chiave di lettura, meditando le riflessioni contenute in

L'ennesima Truffa Manipolatoria dell'ennesimo inutile Vertice Europeo del 28-29 giugno 2012. Commento di DRP a "Vertice Ue, si a scudo spread e 'salva stati'. Vittoria di Monti e Hollande, Merkel ko", articolo del 29 giugno 2012 by Stefano Feltri per IL FATTO QUOTIDIANO (clicca sopra per leggere)

e in

Democrazia Radical Popolare, Grande Oriente Democratico, gli Eurobond e l'esito scontato del Consiglio europeo del 27-28 giugno 2012 a Bruxelles (clicca sopra per leggere),

articoli che, del resto, avendo preceduto le altrui illuminazioni su quanto sia davvero accaduto a Bruxelles nei giorni scorsi, sono probabilmente anche all’origine della salutare resipiscenza dimostrata da coloro che iniziano a dubitare del trionfalismo ammannito con così grave e infingarda superficialità da parte di diversi organi mediatici.

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE

[ Articolo del 2-5 luglio 2012 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it