Content Banner  

 

Chi attenta alla democrazia italiana? Gli stessi che si contrappongono mediante il falso e mistificatorio schema: dentro l’Europa o fuori dall’ Europa. Europa si o Europa no.

 

 

 

 

Intanto invitiamo all’interessante lettura di

“Chi attenta alla democrazia italiana?”, articolo del 13 dicembre 2014 by Francesco Maria Toscano per Il Moralista (clicca per leggere).

Dopo di che, con riferimento ai seguenti commenti vergati a margine di tale pezzo:

 

marcobaldi scrive:
13 dicembre 2014 alle 17:30
Come ben si evince da questo articolo (quando richiama l’ art.1 della Costituzione ITALIANA) indispensabile (sebbene non sufficiente) è riacquisire la sovranità NAZIONALE (a partire da quella monetaria).
Altro che “più Europa”!

Renato Protti Miracca scrive:
13 dicembre 2014 alle 20:34
Che tedio i NAZIONALISTI! Auspico che nel nascente MOVIMENTO ROOSEVELT, non compaiano come funghi porcini…
Lunga vita! ,

 

vogliamo rassicurare Renato Protti Miracca e altri che, nel Movimento Roosevelt, saranno accolti i patrioti ricchi di spirito cosmopolitico e universalistico (come i vari Mazzini, Garibaldi e Cattaneo del passato, ecc.) e non i nazionalisti, i quali negli anni ’20 del Novecento e in altri tornanti storici si sono sempre alleati con forze fasciste o fascistoidi.
Poi, vogliamo anche dire a personaggi come “Marcobaldi” che gli ispiratori del Movimento Roosevelt non desiderano “più Europa” se per Europa si intende questa UE e questa eurozona a guida oligarchica e tecnocratica.
Piuttosto, i “rooseveltiani” intendono costruire un’ “Altra Europa”: democratica, libertaria, ugualitaria, fraterna e ricca di giustizia sociale e rispetto per la sovranità popolare dei suoi cittadini.

 

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE (www.democraziaradicalpopolare.it)

[ Articolo dell’11-14 dicembre 2014 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it