Content Banner  

 

CHIARIMENTI su NATURA E FINALITA’ di Democrazia Radical Popolare

 

 

 

 

Saremo brevi e chiarissimi.
Nonostante in varie Sezioni del nostro Sito ufficiale (www.democraziaradicalpopolare.it ) sia stato già reiteratamente spiegato, Democrazia Radical Popolare non è e non aspira ad essere un partito politico.
D.R.P. può essere persino definito come un META-PARTITO, anche se il termine più appropriato è Movimento politico d’opinione.
D.R.P. non intende presentarsi ad alcuna elezione politica né intende fare alcuna concorrenza agli altri partiti politici del centro-sinistra.
Tutto ciò era stato già sottolineato in Chi siamo, da dove veniamo e dove andiamo, in Statuto aperto e potenziale di “DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE”,  in Oltre le Destre, i Centri e le Sinistre del XX secolo: un Nuovo Centro-Sinistra per l’Italia del XXI secolo ed era ultra-evidente anche a partire dalla pubblicazione della PARTE I (e delle parti successive) di 10 Serie di Proposte per il Governo dell'Italia dal 2011 in poi, da Democrazia Radical Popolare al Nuovo Centro-Sinistra (da costruire sulle ceneri del Vecchio) .

Tuttavia, per chi fosse o facesse finta di essere lento di comprendonio, ribadiamo che:

  1. Democrazia Radical Popolare (D.R.P.) si prefigge di “contagiare, infettare, diffondere benigne metastasi” ideali e programmatiche presso tutti gli iscritti (base e dirigenza, parlamentari e amministratori) di PD, SEL, IDV, RADICALI, PSI e di tutte le altre formazioni che volessero radicarsi nel Nuovo Centro-Sinistra, per un NEO-RISORGIMENTO italiano.
  2. Parimenti, D.R.P., vuole riportare alle urne, in favore del costituendo Nuovo Centro-Sinistra, tutti coloro che da anni (pochi o tanti) non votano più, in quanto schifati e/o delusi e/o insoddisfatti dell’attuale maggioranza (PDL e LEGA) e delle attuali opposizioni: centro-sinistrina sgangherato, confuso e diviso + “Polo della Nazione”(UDC, FLI e API), la cui unica parola magica è “moderatismo”…davvero pochino se non si sa spiegare al corpo elettorale quale progetto complessivo si abbia per il rilancio del Sistema-Italia.
  3. D.R.P. è un movimento/raggruppamento liquido, fluido, duttile e sottilmente pervasivo. Da chi è costituito? Come si può aderirvi? Facilissimo. A parte coloro che, insieme a Gioele Magaldi, hanno dato il là a questa operazione e vegliano sulla crescita del PROGETTO(libere muratrici, liberi muratori, cittadine e cittadini, alcuni dirigenti e quadri degli attuali partiti dell’area di centro-sinistra), non c’è bisogno di ricevere un tesserino, di partecipare ad organigrammi, di fare assemblee-meeting di natura corporativa e separativa dal resto del popolo di centro-sinistra. Per essere un supporter di Democrazia Radical Popolare bastano le seguenti azioni, mettendone in opera una soltanto o tutte e tre insieme: A) Come cittadina o cittadino diffondere le idee e i programmi di D.R.P. per la strutturazione di un Nuovo Centro-Sinistra, partecipando anche attivamente, in gruppo o singolarmente, all’elaborazione di queste stesse idee e programmi, che potranno essere trasmesse, tramite la Redazione del nostro sito, a tutto il network di persone che stanno lavorando instancabilmente a questa Rivoluzione Riformatrice. Ciascuna cittadina e ciascun cittadino potrà inoltre, con i propri familiari o vicini di casa, con i propri colleghi o amici, diffondere queste IDEE e coinvolgere sempre più persone nella prospettiva di una futura affermazione elettorale di un Centro-Sinistra finalmente di Governo e non di sterile mugugno impotente, sterile e velleitario B) Iscriversi ad uno qualsiasi dei partiti del centro-sinistra attuale, in modo da portare, all’interno di queste formazioni alquanto imbalsamate e/o vivaci ma prive di bussola, il soffio di una nuova ispirazione costruttiva, dinamica ed appassionata. Con stile garibaldino e combattivo. Farsi cioè agenti di quella infezione positiva,all’interno delle stesse strutture partitiche (che devono essere la SPINA DORSALE della Democrazia), di programmi e suggestioni provenienti da Democrazia Radical Popolare  C) Qualora si sia già iscritti agli attuali partiti di area centro-sinistrorsa, come elementi di base, quadri, dirigenti, parlamentari o amministratori locali di varia importanza, ugualmente DIFFONDERE, con maggiore o minore discrezione in base alle circostanze e all’opportunità, le IDEE e i PROGRAMMI di Democrazia Radical Popolare. Anche perché, non essendo tali idee e programmi antagonisti di nessun partito, quanto piuttosto utili ad “affratellare” donne e uomini di diversi partiti nelle prospettiva di un COMUNE PROGETTO, è evidente che, alla lunga, chi se ne farà promotore dall’interno sarà percepito come un dirigente avveduto e lungimirante. Perché delle due l’una, o passano le istanze di D.R.P. e/o altre analoghe o non c’è speranza alcuna per il centro-sinistra e per l’Italia, perché il blocco berlusconiano non potrà essere mai battuto, quand’anche Berlusconi segnasse il passo (ma ci si ricordi che LUI ha molti figli e che il suo sistema di smisurato potere politico-mediatico-industriale, in assenza di leggi atte ad arginarlo da parte di una maggioranza autorevole di Centro-Sinistra (Nuovo), è destinato a sopravvivergli)

 

Tutto chiaro adesso?
E’ chiaro che Democrazia Radical Popolare non ha alcuna necessità di organizzare convegni in quanto tali intestati a LEI, quasi fosse una FAZIONE TRASVERSALE tesa a lacerare gli ALTRI e che, invece, sarebbe ben lieta di vedere militanti del PD, di SEL, di IDV, dei RADICALI, del PSI e di altri gruppi del centro-sinistra che, tra di loro, senza dividersi fra chi già aderisce alle IDEE e ai PROGRAMMI di D.R.P. e chi è soltanto curioso di conoscerli meglio, possano amabilmente discutere e dialogare intorno al Bene dell’Italia, in vista di un NEO-RISORGIMENTO.

Quindi,  D.R.P. non si presenterà come corpo separato ad alcuna elezione, non ruberà voti a nessuno, non costituirà alcuna separazione lobbistica tra chi è con le sue IDEE e chi no o ancora no.
Piuttosto, non smetterà MAI di lottare, dall’interno e all’esterno di PD, SEL, IDV. RADICALI, PSI e altri gruppi, con garibaldina dedizione, affinché questa GRANDE l’OPERA si possa compiere…in favore della nostra Nazione e dei suoi (potenzialmente) straordinari abitanti.

Domani, come annunciato, pubblicheremo la seconda puntata delle nostre 10 Serie di proposte… e cioè 10 Serie di Proposte per il Governo dell'Italia dal 2011 in poi, da Democrazia Radical Popolare al Nuovo Centro-Sinistra (da costruire sulle ceneri del Vecchio) [ PARTI I-II ].

LE CITTADINE E I CITTADINI DI
DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it