Content Banner  

 

Avviso di Democrazia Radical Popolare ai Parlamentari ancora liberi e non asserviti alla Tecnocrazia golpista: chi approva il Pareggio di Bilancio costituzionale è come se sottoscrivesse nuove leggi discriminatorie (non razziali, ma sociali e generazionali). Per chi si macchierà di tale infamia, si prepara una inevitabile damnatio memoriae

 

 

 

 

Si leggano con attenzione

"Lunedì 5 marzo in parlamento cambiano la Costituzione: lo sapevate?", articolo del 3 marzo 2012 by Sergio Di Cori Modigliani (clicca sopra per leggere).

Europa: firmato il nuovo patto di bilancio. Un colpo mortale al futuro dei popoli europei spacciato dal Massone a sua insaputa Mario Monti e dai suoi degni compari fraterni contro-iniziati come un viatico per la crescita e la ripresa (clicca sopra per leggere).

Poi, per meglio contestualizzare il tutto, ancora dal Sito Ufficiale di GOD (www.grandeoriente-democratico.com), si legga

Barack Obama, Mario Draghi e Mario Monti: tre modi diversi di essere Massoni, fra errori, illusioni, promesse, inganni e triplogiochismo sullo scacchiere euro-atlantico (clicca sopra per leggere).

Infine si faccia mente locale e si sappia che, il giorno in cui dovesse esserci una nuova governance peninsulare, realmente democratica, liberale, libertaria, pluralista e socialmente impegnata nel favorire gli interessi italiani ed europei o, ancor meglio, il giorno in cui ci sarà anche una vera classe politica continentale degna di questo nome (che avrà defenestrato oligarchi e tecnocrati), in un contesto di politiche economiche unitarie e sanamente sovra-nazionali e federali,  gli accordi ratificati sul “pareggio di bilancio costituzionale” diventeranno carta da cesso. I Parlamentari asserviti, infami e traditori del bene comune che li avranno approvati, però, non saranno esenti da imperitura damnatio memoriae.
Così nessuno potrà dire di non essere stato avvisato.

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE

[ Articolo del 5 marzo 2012 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it