Content Banner  

 

Appello n. 4 del 2014 di Democrazia Radical Popolare a Matteo Renzi: attenzione a Francesco Giavazzi, perché dicono che porti sfiga, oltre ad essere un trombone incompetente

 

 

 

 

In

“RENZI IN GRAN SEGRETO VA A SCUOLA D’ECONOMIA DAL PROFESSOR TAFAZZI-GIAVAZZI - 2. DOPO ESSERSI LAUREATO INGEGNERE ISTITUZIONALE (LEGGE ELETTORALE) ALL’ISTITUTO SERALE VERDINI & D’ALIMONTE, IL SEGRETARIO DEL PD S’AFFIDA ALLE CURE DEL BOCCONANIO CHE DA OLTRE VENT’ANNI, CRITICANDOLI ACCIGLIATO, E’ UN ASSISUO FREQUENTATORE DEI PALAZZI ROMANI (CONSIGLIORE ANCHE DEGLI EX PREMIER D’ALEMA E MONTI)…”, pezzo per DAGOSPIA del 4 febbraio 2014 (clicca per leggere),

si accenna al fatto che Matteo Renzi, dopo essersi già circondato di  economisti perfettamente consustanziali al paradigma neoliberista dominante in Europa (con i risultati che tutti possono apprezzare…) come Yoram Gutgeld e Filippo Taddei (simili nelle loro apparenti diversità), stia ora andando “a lezione” da uno dei massimi alfieri di tale paradigma, quel Francesco Giavazzi che in coppia con Alberto Alesina ammorba quotidianamente i lettori del Corriere della Sera, proponendo urbi et orbi da anni proprio quelle ricette a base di “austerità espansiva” che si sono rivelate tragicamente fallimentari.
Matteo Renzi, dunque, vuole proprio essere considerato un asino e cela, tra le pieghe delle sue ambizioni, una sorta di malato cupio dissolvi, che lo porterà in breve tempo a disperdere quel considerevole capitale di consenso popolare che si è guadagnato in questi anni, all’ombra di tanti equivoci e illusioni.
Caro Matteo, oltre ad essere un trombone incompetente, c’è chi dice che Francesco Giavazzi porti anche sfiga…
Noi non ci crediamo, ma non vediamo comunque come possa portarti fortuna affidarti alla lezione economica di uno dei massimi cantori delle strategie che hanno condotto la società italiana ed europea alla tragedia presente.
Fai tu, caro Matteo.
E intanto rileggiti
Appello n.1 del 2014 di Democrazia Radical Popolare a Matteo Renzi, affinché usi bene il suo libero arbitrio e scelga una via maestra diversa da quella che porta agli oligarchi semi-nascosti e rappresentati istituzionalmente da Mario Draghi, Giorgio Napolitano, Angela Merkel, etc. (clicca per leggere)

Appello n. 2 del 2014 di Democrazia Radical Popolare a Matteo Renzi…Se il nuovo segretario PD vuol dare un segnale di buona fede e onestà, cominci con lo stoppare la privatizzazione di poste italiane, che si preannuncia come l’ennesima truffa ai danni del Popolo Italiano (clicca per leggere)

Appello n.3 del 2014 di Democrazia Radical Popolare a Matteo Renzi...Se l'aspirante leader non vuole fallire e divenire odioso dinanzi al Popolo Italiano come Monti o risibile e grottesco come Letta, cominci a mettere il guinzaglio a Davide Serra e agisca tempestivamente tanto per risolvere la vicenda Electrolux che per impedire la privatizzazione truffaldina di Poste Italiane (clicca per leggere).

Chissà che prima o poi Tu non possa essere illuminato sulla via di Damasco…

 

LE CITTADINE E I CITTADINI DI DEMOCRAZIA RADICAL POPOLARE (www.democraziaradicalpopolare.it)

[ Articolo del 3-5 febbraio 2014 ]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per comunicazioni, scrivete a: info@democraziaradicalpopolare.it